Un disk drive per lo spectrum

Ormai all'alba dei tempi quando lo Spectrum venne presentato al pubblico nel “lontano” 1982, forse neanche le stesso “SIR” Clive Sinclair, avrebbe potuto ravvisare nel piccolo mostriciattolo che stringeva fra le mani, la carta vincente che ha permesso alla Sinclair di porsi come antagonista alla grosse case americane e giapponesi nell'ambito dell'home e educational computing.

10 Apr 2016 0 comment
(0 votes)
  admin - strongboy

articolo derivante da : I MAGNIFICI 5/7 - numero 02


un_disk_drive_per_lo_spectrum_1

Sin dal suo apparire lo Spectrum ha dimostrato delle notevoli capacita di applicazione di ottimo software, visto il parco programmi veramente consistente e anche di buon livello.Pur avendo una notevole affidabilità nella lettura della cassetta, lo Spectrum ha sempre risentito la intrinseca mancanza di un supporto di memoria di massa, più veloce per applicazioni seriose.L'arrivo dell'lnterface One e dei Microdrive ha colmato solo parzialmente questa lacuna, in quanto alla notevole struttura dell'Interface One si abbina una mediocre prestazione dovuta ai microdrive stessi, spesso poco affidabili ed imprecisi, con notevoi problemi di compatibilità fra utenti diversi, anche a causa della oro intrinseca struttura.Ma d'altronde il prezzo inglese di 260.000 lire (italiane ovviamente!), con quattro programmi in omaggio, può far chiudere un occhio (o tutti e due), su qualche problema che questi hanno.Tutto questo discorso per arrivare alla considerazione che la mancanza di un Floppy Disk Drive per lo Spectrum e fondamentale per chi non si accontenta dei pur veloci Microdrive.A colmare questa grossa lacuna ci ha pensato in Italia la Sandy di Senago, con il suo DISK DRIVE FDD2.In poche parole la sigla indica solamente il sistema operativo, perché questa può funzionare indifferentemente con drive dai 100 ai 400 K in formato 5” 1/4, oppure in formato 3” che al momento dispone di 100 K.Molto interessante e questa opportunità di mantenere il sistema operativo di base, pur potendo espandere il sistema. Nella confezione trovate un nuovo alimentatore (allevia alcuni problemi di surriscaldamento), che sostituisce quello originale, i cavi per il collegamento, il drive, l'interfaccia e un dischetto con il programma di formattazione e di copia per il back-up di disco o di un file.Il collegamento e molto semplice e richiede qualche secondo, prestando attenzione alle note riportate dal manuale (in italiano!), circa i collegamenti.Vi garantiamo che ai primi tentativi e molto facile sbagliare, pero questo non compromette mai il vostro computer o il drive. AlI'accensione lo Spectrum presenta le scritte di copyright dell'interfaccia chiedendo quale sia la parola chiave di accesso al disco, senza la quale non si può fare niente; questo per proteggere i vostri dischi da occhi indiscreti.

un_disk_drive_per_lo_spectrum_2

I comandi:
·    CAT: Serve per il catalog del disco, mostra il nome del file, il tipo (basic o bytes), e lo spazio occupato sul disco.
·    LOAD, SAVE e MERGE “nome”: Equivalgono alle stesse funzioni del basic standard, ma funzionano sul drive.
·    RUN “nome”: Carica il programma e lo lancia alla linea 1.
·    ERASE “nome”: Cancella un file.
·    PQKE, PEEK: Leggono e scrivono un singolo settore del drive con un buffer ram, per la generazione di file random su disco.
·    MOVE: Esegue una compattazione su un disco che presentava dei files cancellati, per recuperare lo spazio sul disco, per nuovi programmi.
·    NEW “nome nuovo”, “nome vecchio”:Serve per cambiare nome ad un file sul disco.
·    RUN “nome” CODE: Carica e lancia direttamente blocchi di linguaggio macchina, che sono stati salvati con la sintassi SAVE “nome” CODE 30000, 24500, 32768 dove 32768 e il JUMP di partenza.
·    RETURN: Ritorna al basic lasciando il controllo al basic standard.
INTERATTIVITÀ BASIC-FDD2Si può direttamente chiamare un'istruzione DOS da un programma residente in memoria,semplicemente con un artificio. Cioè includendo prima dell'istruzione DOS un RANDOMIZE USR 15363: REM: LOAD “PIPPO”CODE 30000,100. In questo modo programmi pensati per i microdrive o per il nastro sono di facilissima conversione (qualche minuto), nonché di facile miglioria con la possibilità di generare file RANDOM su disco, soprattutto per archivi e database.Per un ipotetico confronto tecnico il microdrive, dalle pur notevoli caratteristiche tecniche esce molto sconfitto dalle prestazioni di un apparecchio di alta classe come questo drive.Anche se in un apparecchio del costo di questo drive avremmo voluto vedere degli adesivi che indichino la corretta posizione degli spinotti, un interruttore fra Spectrum e alimentatore o sull'alimentatore stesso.Inoltre per un uso prolungato del drive la Password e veramente una cosa noiosa e ci piacerebbe venisse eliminata.Non che tanto per smentire ogni dubbio l'FDD2 occupa spazio RAM, poiché usa circa 40 bytes di buffer di stampante e riloca il programma basic come fanno i microdrive, ma quasi di cento bytes contro i cinquantotto. Uscito un po' malconcio da questo scontro diretto il microdrive conservaa il suo prezioso spazio in quanto il Disk Drive si colloca in una fascia di utenti, veramente molto esigenti dal loro piccolo super computer.Con questi piccoli accorgimenti questo già ottimo prodotto si porterebbe senz'altro ai livelli professional che sia per il costo che le prestazioni di una simile apparecchiatura e in grado di fornire.g.b. Max

un_disk_drive_per_lo_spectrum_3


INFORMAZIONI AGGIUNTIVE E VIDEO :

 

  
Last modified on Sunday, 01 May 2016 14:04
Login to post comments

DUMPSCAN.COM un grande sito per voi . . .

siti per C64

siti per VIC20

 

siti per C16 PLUS4

riviste e libri italiani

Rimanete in contatto con noi

Sottoscrivete l'iscrizione mailing list

  • Aggiornamenti
  • Novità
  • Eventi

Contattateci

Italia
T: 000055556666
F: 222277779999
ELenco contatti