A tutto joystick

A TUTTO JOYSTICK
"Ergonomìa" è una parola che oggigiorno si sente molto spesso nel mondo dei computer — specie in quello dello hardware — e anche i joystick si sono lasciati contagiare. La Kempston, ad esempio, nel descrivere il suo nuovo Joystick Pro 5000 parla di "base ergonomica e impugnatura anatomica d'acciaio rivestita di nylon". L'ergonomìa sembra occuparsi soprattutto di estetica e di facilità d'uso, e attualmente il look dei joystick sta cambiando radicalmente.

20 May 2016 0 comment
(0 votes)
  admin - strongboy
 
joystick 1
 

Ai tradizionali scatolotti neri si sostituiscono più frivoli aggeggi in rosso semaforo, azzurro neon, beige e grigio, nero e rosso, rosso bianco e blu. E questi sono solo i colori usati nei joystick usciti negli ultimi sei mesi, vedere per credere! Certo, dati i colori piuttosto deprimenti dei computer Commodore, c'è il rischio che il servo sia più elegante del padrone! Scherzi a parte, questi nuovi elegantoni non costano di più dei loro dimessi progenitori, quindi avete ben poco da perdere. Se poi vi interessa l'ergonomia (trovatevi un buon dizionario...), questi nuovi joystick dovrebbero essere per voi una piacevole novità. Detto ciò, non limitatevi però a giudicare un joystick solo dall'involucro, poiché essi sono diversi tanto all'interno che all'esterno. Gli interruttori che inviano i segnali possono essere sia "a foglie" che a cuscinetti sensibili alla pressione, il che ne influenza la sensibilità. Mentre con i primi ci si può spostare in modo scorrevole e continuo, con i secondi occorre spingere ripetutamente nella direzione voluta per ottenere il movimento, che non sarà continuo ma bensì composto di tratti di una lunghezza costante: con essi si può tuttavia esercitare un controllo più sicuro. La facilità d'uso di un joystick dipende soprattutto dal suo design: se ad esempio vi piace tenerlo in grembo ma la sua base non si presta a ciò, avrete delle sgradite sorprese. Alcuni amano le impugnature comode, mentre altri preferiscono invece impugnare una sola parte della manopola, e quindi la forma del joystick non è un aspetto fondamentale. Rispetto a tutte le altre periferiche, i joystick sono poco costosi, ma poiché i giochi molto veloci e in cui occorre sparare di frequente li logorano, tenete presente che in media un joystick vi durerà un anno, a seconda di come e con quale frequenza lo usate. Nel recensire gli ultimi modelli apparsi, ci siamo basati sui parametri di sensibilità, velocità di reazione, resistenza, facilità d'uso, robustezza e prezzo. Ciascun joystick è stato collaudato con più giochi, in modo di valutarne le prestazioni in tutte le situazioni.

Grand Prix Formula I : In pratica, la Kempston ha vestito a nuovo il proprio modello Competition Pro 5000 per inserirlo nella nuova linea di joystick ispirata alla sua squadra corse. La forma è identica a quella originale, ma il colore è azzurro chiaro e ci sono dei grossi pulsanti di fuoco bianchi. Il cambiamento significativo è rappresentato dai nuovi microinterruttori all'interno, che consentono un controllo preciso in otto direzioni e col loro ticchettio aiutano a capire quando ci si è mossi e quando invece no. Se sì desiderano lunghezze diverse di un movimento costante, il Formula I non è all'altezza, pur rimanendo migliore di molti concorrenti. Grossi e sensibili, i due pulsanti di fuoco consentono di giocare sia con la destra che con la sinistra. La base è solida e la si può anche poggiare su un tavolo, ma al tempo stesso la sua forma consente di tenerla comodamente anche in mano.

Vulcan Gunshot I : La grigia impugnatura stampata del Gunshot poggia su una larga e solida base grigia e beige che, grazie alle proprie ventose, é ottima per giocare su un tavolo, ma è scomoda da tenere in mano. Il pulsante di fuoco posto sulla base non ha la sensibilità di quello in cima all'impugnatura, e il fatto che sia posizionato davanti a sinistra non lo rende certo di facile accesso per i mancini. Il movimento è in otto direzioni... se però riuscite a capire in che direzione vi state spostando! Piuttosto sciolto, il meccanismo non consente infatti un controllo fermo, e a volte è difficile capire quale sia la posizione neutra centrale. L'impugnatura soffre anche di una certa oscillazione, anche quando non la si tocca.



 

 

joystick 2
 

Vulcan Gunshot II : Questa versione è dotata di un interruttore per il fuoco automatico, che è molto comodo nei giochi d'azione più veloci. L'impugnatura consente un controllo più fermo di quello del Gunshot I. Il solo problema è che il coperchio dell'interruttore si stacca se il joystick cade o si rovescia. Il Gunshot li è disponibile in grigio e beige oppure in nero. Stiano allegri gli utenti del CI6: la Vulcan produce un semplicissimo cavetto interfaccia che permette di usare col C16 qualsiasi joystick Vulcan o del tipo D.

Powerplay : L'impugnatura anatomica e il pulsante per il fuoco rapido contraddistinguono questo joystick, uno dei primi ad essere espressamente destinati al CI6. Prodotto in Cina, il Powerplay ha una straordinaria capacità di fuoco in otto direzioni e una buona sensibilità. Il pulsante di fuoco in cima all'impugnatura spara un solo colpo per volta, ma l'abbiamo trovato utilissimo anche per il fuoco rapido manuale. Il pulsante inserito nella impugnatura ci è sembrato piuttosto inutile, ma dipende dalle preferenze personali. Ancora una volta, il grosso problema è la base. Pur essendo larga e piantata su quattro ventose, è troppo leggera per usarla sopra un tavolo, e a meno di non avere delle mani enormi, tenerla in mano può essere addirittura doloroso.

Command Control : Ci vuole una bella faccia tosta a far pagare care sterline questo Three-Way Deluxe Joystick! Certo, ci sono tre impugnature intercambiabili e la costruzione solida e pesante fa del Deluxe uno dei migliori prodotti sul mercato, ma se si considerano le sue prestazioni medie e la vita solitamente breve di un joystick, non si può non ripetere che è caro, Una nota positiva sta nel fatto che è accompagnato da una garanzia di due anni, e non di un anno solo, come è abituale. Il perno d'acciaio sotto l'impugnatura ha troppo gioco per dare la sensazione del movimento, ma la reazione dipende dall'impugnatura. Ci siamo trovati bene con l'impugnatura anatomica e con quella a forma di mazza da baseball, ma con la terza ci è sembrato meglio impugnarla verso il fondo piuttosto che totalmente. Inutile tocco di raffinatezza, un selettore permette di usare entrambi i pulsanti di fuoco o soltanto quello in cima all'impugnatura. Ma perché limitarsi, poi?

Ascom : Lo High Score Joystick della Ascom è simpaticamente colorato di rosso, bianco e blu e ha un'impugnatura anatomica che in posizione neutrale si inclina in avanti, probabilmente per dare l'effetto di una cloche d'aereo. I due pulsanti di fuoco sulla base saranno utili ai giocatori mancini, ma il pulsante all'interno dell'impugnatura non ci sembra una gran bella idea, dato che la mano è soprattutto impegnata nel controllo, e che l'indice potrebbe inavvertitamente scivolare. La base poggia su quattro ventose di gomma, ed è abbastanza larga e pesante da consentire di giocare su un tavolo con una certa stabilità, e proprio per questo è scomoda da tenere in mano. L'Ascom ha un'azione morbida e senza sforzo, tanto che bisogna impratichirsene per non andare oltre i risultati desiderati.

Rat : Malgrado tutta la pubblicità che si è data a questo nuovo tipo di joystick, il Remote Action Transmitter è una delusione. L'unità si tiene in mano, e si controlla il gioco tramite dei tasti in rilievo e sensibili al tocco. Essi trasmettono dei segnali infrarossi a un diode posto in un piccolo ricevitore. Ci avevano detto che l'unità funzionava in tutte le posizione, ma ciò non ci sembra vero: non solo era scomoda da tenere in mano, ma dovevamo puntarla direttamente sul ricevitore per ottenere un qualche effetto, e i tasti dovevano essere sfiorati proprio a puntino prima che il gioco reagisse. In ogni caso, quando tutto è a posto il segnale deve viaggiare molto velocemente, poiché non abbiamo notato alcun ritardo nell'azione. Eppure, il Rat non riesce a generare quell'entusiasmo che si sviluppa giocando con un normale joystick. Usato con i giochi giusti e nel modo giusto, il Rat potrebbe essere niente male.



 

Last modified on Friday, 20 May 2016 20:25
Login to post comments

DUMPSCAN.COM un grande sito per voi . . .

siti per C64

siti per VIC20

 

siti per C16 PLUS4

riviste e libri italiani

Rimanete in contatto con noi

Sottoscrivete l'iscrizione mailing list

  • Aggiornamenti
  • Novità
  • Eventi

Contattateci

Italia
T: 000055556666
F: 222277779999
ELenco contatti