Il gioco del mese : up'n down

IL GIOCO DEL MESE: UP'N DOWN
L'obiettivo di Up'n Down sta nel conquistare una serie di bandierine attraversando un dedalo di strade ed autostrade ed aggirando le interruzioni del percorso. Il nostro veicolo è un grintoso dune buggy a due porte, una versione super-compressa della vecchia Volskswagen. In effetti, quest'auto non ha neanche bisogno del volante: resta automaticamente entro i limiti dei guard-rail. 

25 May 2016 0 comment
(0 votes)
  admin - strongboy

articolo derivante da : I MAGNIFICI 5/7 - numero 10


up'n downOccorre però l'input del joystick per farle compiere le tre manovre fondamentali del gioco: svoltare a destra o a sinistra, mettere la retromarcia e saltare. Del salto bisogna assolutamente impratichirsi: col pulsante di controllo si può far schizzare il veicolo verso il cielo, saltellare sul posto, balzare da un punto all'altro della strada oppure di strada in strada. In realtà, più che di una corsa si tratta di una gara ad ostacoli mobili in cui una schiera di automobili suicide farà di tutto pervenirci addosso! La capacità di saltare ci permette di scegliere tra due condotte difensive: evitare lo scontro sollevandosi, oppure calcolare il momento della ricaduta in modo di schiacciare l'avversario, aggiudicandosi così dei punti extra. Se però si viene sbalzati dalla strada o ci si scontra a livello della sede stradale, si perde un'auto. Le strade scrollano dall'alto al basso, rivelando intrichi di asfalto. A peggiorare la situazione c'è il fatto che tutte le strade sono ad un',unica corsia, e quindi bisogna assolutamente saper individuare subito le possibili fonti di pericolo. Ci saranno ad esempio camioncini e vecchie auto che con la propria lentezza creeranno dei veri e propri blocchi stradali. Quando poi avrete padroneggiato l'arte di scalare le marce, appariranno gli avversari più aggressivi: dragster, carri armati e hot rod si fionderanno sul vostro maggiolino alla ricerca dello scontro. Nel terzo round facciamo la conoscenza di una simpatica auto dal cui paraurti posteriore sventola una delle bandierine colorate che dobbiamo conquistare: per impossessarsene bisogna raggiungere l'auto e speronarla. È l'assortimento del traffico a vivacizzare il gioco: dato che ogni veicolo ha delle caratteristiche particolari e la sua apparizione è assolutamente casuale, non si può mai sapere cosa ci attende dietro l'angolo, e quindi è impossibile elaborare delle tattiche difensive. Il terreno è altrettanto diversificato, e bisogna affrontare un paesaggio dalle difficoltà inesauribili: a farci stare in campana ci penseranno colline, valli, ponti, incroci, vicoli ciechi e canyon. La nostra auto, poi, "sente" le diversità del terreno: se ad esempio cerchiamo di salire per una scarpata ripida a bassa velocità, può darsi che il motore non ce la faccia, come pure in discesa sarà meglio lavorar di freno per evitare di schiantarci a valle. Ciascun giocatore comincia con cinque auto: le auto supplementari si ricevono con i primi 10.000 punti e poi a tutti i 20.000 punti successivi. I livelli di difficoltà sono tre, ciascuno di otto round. Completato un round, un display vi dirà quale è stata la vostra velocità: al di sotto dei 69 secondi si ha diritto a dei punti premio, in quantità maggiore o minore a seconda del tempo realizzato. Qui però sorge un problema relativo alla difficoltà del gioco: correndo a tutta velocità e senza mai incontrare un ostacolo, non sono mai riuscita a realizzare un tempo inferiore ai 57". Ci sono però tre divisioni di tempo, nonché dei premi che partono a 49". Ho il sospetto che questi livelli siano irraggiungibili. La Sega Enterprises (1230 Ave. of the Americas, New York, NY 10020, USA) trascura inoltre di mettere al corrente l'acquirente del gioco di alcuni suoi elementi fondamentali. Nelle istruzioni di Up'n Down, ad esempio, non si fa cenno dell'importanza dell'auto con la bandierina, né si parla dei punteggi raggiungibili. Ad ogni modo, questo non deve farci dimenticare che Up'n Down è un gioco veloce e divertente per il Commodore 64 e richiede precisione e pazienza. La grafica è limpida, e la musica di accompagnamento è opportunamente allegra e ritmata.

Cristina Barigazzi


SCUOLA GUIDA

Per imparare tutti i tranelli di Up'n Down non c'è nulla come giocarlo per alcune volte, poiché è l'esperienza la migliore maestra. Una volta impratichiti, provate a mettere in pratica i nostri suggerimenti.
—  Se il traffico davanti a voi vi è sfavorevole, lasciate che i veicoli guidati dal computer escano dallo schermo: una volta spariti, il programma non ricorda in che modo erano raggruppati.
—  Forse a causa del funzionamento dei freni aerodinamici, una volta sollevatosi il dune buggy non è molto controllabile, ma lo è abbastanza da evitare le insidie e atterrare con precisione sui veicoli sottostanti.
—  Anche se non si può saltare mentre si è in retromarcia, dopo il salto si può far muovere all'indietro il dune buggy: basta far avanzare lentissimamente il joystick e poi tirarlo indietro mentre si balza in alto.
—  Anche se la posizione dei veicoli avversari è casuale, quella della bandierina non lo è: ogni volta che giocherete un dato round vi accorgerete che la bandierina è sempre nella stessa posizione.
—  La prova a cronometro non è molto azzeccata, quindi lasciate perdere: vi aggiudicherete più punti cercando di distruggere il maggior numero possibile di veicoli.
—  Dal quinto livello in su, ogni volta che passerete per l'asta di una bandierina che avete già conquistato la bandierina stessa riapparirà, e voi perderete il punteggio relativo. Per evitare questo grattacapo basta balzare su furie le aste su cui sventolano delle bandierine bianche.


 

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE E VIDEO :

 

  

 

Last modified on Sunday, 29 May 2016 19:24
Login to post comments

DUMPSCAN.COM un grande sito per voi . . .

siti per C64

siti per VIC20

 

siti per C16 PLUS4

riviste e libri italiani

Rimanete in contatto con noi

Sottoscrivete l'iscrizione mailing list

  • Aggiornamenti
  • Novità
  • Eventi

Contattateci

Italia
T: 000055556666
F: 222277779999
ELenco contatti