Dan dare

Dan dare
Dan Dare, per chi non lo sapesse, era l'eroe spaziale degli scolaretti degli anni Cinquanta: nato sulle pagine del settimanale Eagle, Dan Dare appariva anche in Italia nel Giorno dei Ragazzi, supplemento del giovedì del Giorno di Milano.

10 Jul 2016 0 comment
(0 votes)
  admin - strongboy

articolo derivante da : I MAGNIFICI 5/7 - numero 20


dan dare (1) dan dare (2)Eagle era stato fondato e diretto dal vicario Marcus Morris in collaborazione con un ottimo disegnatore, Frank Hempson. Fu proprio Hempson a inventare il personaggio di Dan Dare oltre a tutto il resto del giornaletto, aiutato in ciò da uno staff di disegnatori che lavorava giorno e notte per fornirgli storie dell'alto livello qualitativo che egli pretendeva. Eagle cessò le pubblicazioni a causa di uno dei grandi assorbimenti industriali degli anni Sessanta: i nuovi padroni ritenevano che i ragazzi potessero fare a meno della qualità sia nel disegno che nelle storie dei propri fumetti. Anche se Dan Dare continuava per molti ad essere un caro ricordo, Frank (che purtroppo è morto l'anno scorso) dovette in seguito scoprire che non gli era più permesso di disegnare il personaggio che aveva creato ed amato: a detenerne il copyright era l'I PC, che lo custodiva gelosamente. Non c'è quindi da stupirsi che il video-gioco ci abbia messo tanto ad apparire sugli schermi. Ma valeva la pena di aspettare tanto? Dan Dare è fondamentalmente un'avventura da bar interamente controllata via joystdan dare (3)ick. La Terra è ancora una volta minacciata dal Mekon, il leader dei Treen, un'impassìbile razza della pelle verde proveniente dall'emisfero settentrionale di Venere. Questa volta il Mekon interrompe una trasmissione televisiva (dedicata a Dan Dare!) per avverare che un asteroide carico di esplosivi atomici punta contro la Terra. Dan lascia in tutta fretta lo studio televisivo e raggiunge l'asteroide insieme al suo leale aiutante, Digby, la prof. Jocdan dare (4)elyn Peabody e a Stripey a bordo dell'Anasfas/a, la sua astronave personale. Battezzata in onore della zia di Digby e progettata da Sondar, un Treen amichevole, VAnastasia debuttò il 5 ottobre 1951 nella prima puntata di il // mistero della luna rossa. Digby e la prof, si fanno ben presto catturare, e tocca a voi liberarli e distruggere il Mekon. È qui che ha inizio il gioco. Col joystick vi spostate sulla superficie dell'asteroide e anche attraverso le cavità del terreno, entrando in un tipico paesaggio da videogioco avventuroso, con scale, passaggi tra caverne e cunicoli. Ci sono in giro parecchi oggetti utili di cui impossessarsi, e quando Dan é vicino a uno di essi appare una didascalia di un colore diverso a seconda dei casi: il colore indica in quale modo si trova il pulsante di fuoco de! joystick. Se il colore è il turchese, l'oggetto può essere preso semplicemente premendo il pulsante e muovendo il joystick. Gli oggetti vi verranno utili in seguito per superare gli eventuali problemi e per raggiungere più agevolmente il nascondiglio del Mekon. Agli incontri con i Treen (commentati da una didascalia rossa) reagirete lottando corpo a corpo: basta tener premuto il pulsante di fuoco e spostando l'impugnatura del joystick. Sotto la scena della lotta, una barra indicatrice segnala la perdita relativa di forze. Una variante sta nel tirare delle granate contro i Treen che si trovano in superficie, ma per questo ci vuole una certa abilità, e poi (dato che ne avete solo 24) sarà meglio risparmiarle per far fuori il Mekon: solo per lui ve ne serviranno almeno 10! Gettare granate contro il Mekon è divertente, ma il bello del gioco sono i laser. Dopo aver puntato la rete dei conduttori in direzione del laser alieno, fate fuoco col vostro la ser e vedrete il raggio giallo schizzare per tutto lo schermo finché non disintegra il gigantesco laser del Mekon. Tra le altre cose, Dan si traveste da comandante dei Treen, ed è veramente divertente vedere i Treen che balzano sull'attenti e salutano il terrestre. Nel corso di tutta la vicenda Stripey vi sarà accanto, saltellante e giocherellone come sempre. Anche se lo schermo di caricamento presenta una galleria passabile dei personaggi (ma Dan Dare non ha un mento così!), la grafica del gioco non è certo all'altezza di quella del fumetto. In certi scorci, con la sua uniforme verde Dan somiglia decisamente a Hitler, e i Treen hanno perso quell'aria davvero aliena che li caratterizzava nel fumetto. Peccato anche che manchino certi gadget tipici del Dan Dare fumettistico — teletrasportatori, demagnetizzatori, pistole paralizzanti ecc. Era comunque inevitabile che i vecchi fans di Dan Dare trovassero da ridire, però il gioco è di per sé brillante, una avventura divertente e realizzata in modo molto gradevole.
Cristina Barigazzi


 

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE E VIDEO

LINK A GAMEBASE : Dan Dare - Pilot of the Future

 

  

 

  

 

Last modified on Sunday, 17 July 2016 16:41
Login to post comments

DUMPSCAN.COM un grande sito per voi . . .

siti per C64

siti per VIC20

 

siti per C16 PLUS4

riviste e libri italiani

Rimanete in contatto con noi

Sottoscrivete l'iscrizione mailing list

  • Aggiornamenti
  • Novità
  • Eventi

Contattateci

Italia
T: 000055556666
F: 222277779999
ELenco contatti