Date a caesar quel che è di caesar

DATE A CAESAR QUEL CHE È DI CAESAR
in un'umida cantina della Budapest vecchia qualcosa di strano sta prendendo vita: la libera impresa. Caesar la sta allevando da tre anni ormai, ossia fin da quando la legge magiara ha incoraggiato lo sviluppo della piccola impresa.

17 Jul 2016 0 comment
(0 votes)
  admin - strongboy

articolo derivante da : I MAGNIFICI 5/7 - numero 09


date a caesar quel che è di caesar (1)date a caesar quel che è di caesar (2)A Caesar dobbiamo il quasi omonimo Caesar the Cat (Mìrrorsoft) e Eureka della Domark (in collaborazione con Kiss Donat): ora è al lavoro su un'avventura tipo Guerre stellari, ancora priva di titolo. "Sono troppe le confezioni splendide che contengono giochi scadenti" dice svagatamele Caesar, che vorrebbe trasferire il meglio dell'illustrazione fantascientifica nei suoi sfondi mobili ad alta risoluzione. "Il mio sogno è un'avventura in tempo reale in cui interpretare me stesso, come in un film. Sto lavorando a un telescopio mobile per Ingrandire le zone dello schermo in cui si cercano gli indizi, poi voglio anche una carta stellare e cento schermi mobili diversi". Caesar fa anche uso dei sintetizzatori di voce. "Voglio che tutte le mie astronavi abbiano una voce!" Severo e idealista, Caesar ha fama d'essere un tipo ombroso. Nel suo ultimo lavoro ha messo praticamente tutte le situazioni di gioco possibili e immaginabili. Ci spiega con passione come sarà lo scrolling di questa luna e di quel pianeta mentre un pianeta tridimensionale rosa e butterato di crateri pulsa sotto l'astronave. Se solo riuscirà a infilare tutti gli schermi che abbiamo visto nel gioco definitivo, sarà una bomba! Tra le difficoltà che Caesar deve affrontare c'è quella di far stare il suo capolavoro nella memoria del CBM. Ogni schermo deve essere compresso da 10K a 2K. Caesar scrive sul Commodore e schizza gli schermi preliminari su un Koalapad. Nel programmare usa un metodo tutto suo che si può tradurre facilmente per altre macchine. "Preferirei scrivere su un mainframe e poi caricare, ma alla Mikromatix costerebbe troppo" dice Caesar e aggiunge tristemente: "La Mikromatix è una piccola ditta". A differenza della Novatrade, che è spalleggiata dallo stato, Caesar è uno dei primi magiari a rischiare in proprio come imprenditore privato. Il fatto dì essere così lontano dal proprio mercato lo angoscia. "Qui da noi è l'unico" dice Robert Stein della Andromeda. In sostanza, la Mikromatix consiste di un gruppo centrale che impiega dei professionisti a seconda del lavoro che c'è da fare. "Il nostro è un circolo chiuso, non è come in Occidente". Gestire un gruppo di esperti radunati per un dato lavoro non è tutto rose e fiori. "Senza l'atmosfera adatta, l'equipe va a farsi benedire. Meglio portare a termine in fretta un incarico, in modo che tutti possano vedere i frutti del proprio lavoro e siano contenti." "All'inizio sapevamo bene che tutto ciò che facevamo era già stato fatto in Occidente, ma con Eureka volevamo fare un salto dì qualità, staccarci dai soliti giochi da bar per impadronirci dell'avventura. Credo che il salto ci sia stato, e che ora siamo alla pari con i programmatori occidentali." Prima di dar vita alla Mikromatix, Caesar lavorava per una grande società di ingegneria: "Avevo tante idee, ma non riuscivo a metterle in pratica". Poi, il concorso della Novatrade per i migliori soggetti. Caesar ne inviò sette, e il suo Ghost Hunt fu tra i prescelti. La Novatrade informò Caesar che un programmatore professionista stava per trasformare le sue Idee in un gioco vero e proprio. "I miei giochi li faccio io, e nessun altro" disse rabbiosamente Caesar uscendo dagli uffici di via Sandor della Novatrade con un CBM sotto il braccio. Tre settimane dopo, consegnò alla Novatrade il gioco definitivo -ed era la prima volta che usava quella macchina! Ghost Hunt si vendette bene in Germania, ma il gioco successivo di Caesar, Coleco Soccer, fu un disastro, e così pure la filiale britannica della Coleco. "Oltre ad essere brillante" dice Renyi Gabor della Novatrade, "Caesar ha la fortuna di poter mettere a frutto il proprio talento." I frutti del talento di Caesar dovremmo poterli vedere verso questa estate, a patto che qualcuno li compri. Nel frattempo, lui sta già meditando sul prossimo gioco: "Il mio sogno è una favola orientale con tanti tappeti volanti e tanta magia" dice, svagato come al solito. Ave, Caesar...


 

 INFORMAZIONI AGGIUNTIVE E VIDEO

LINK A GAMEBASE : Caesar the Cat

 

  
Last modified on Monday, 18 July 2016 22:07
Login to post comments

DUMPSCAN.COM un grande sito per voi . . .

siti per C64

siti per VIC20

 

siti per C16 PLUS4

riviste e libri italiani

Rimanete in contatto con noi

Sottoscrivete l'iscrizione mailing list

  • Aggiornamenti
  • Novità
  • Eventi

Contattateci

Italia
T: 000055556666
F: 222277779999
ELenco contatti